News

COMINCIA LA TRADIZIONE DEI GIOVANI

(s.s. 2001/2002 – Puntata 4)

Il nostro Club ha generalmente avuto “rose” della Prima squadra molto giovani, anche perché una delle nostre caratteristiche sportive – a differenza della quasi totalità delle squadre dilettanti – è l’allenamento diurno: una impostazione professionistica che – per ovvi motivi economici – abbiamo potuto svolgere solo con rose di giocatori molto giovani. Questa peculiarità, probabilmente, non ci ha favorito sul piano dei risultati, poiché tanti ottimi giocatori dilettanti (che avrebbero voluto giocare nel Brera) non hanno potuto vestire la maglia neroverde per impegni lavorativi che impedivano l’allenamento in orario pomeridiano. Però, anche se non sempre ha pagato sul piano dei risultati, noi siamo molto affezionati ai nostri allenamenti sotto la luce del sole e non di quella artificiale dei fari. Anche questa è una delle caratteristiche che ha reso il nostro Club molto diverso dagli altri. Tuttavia, in qualche caso (come nella stagione di cui stiamo parlando) sono arrivati ottimi risultati anche con una rosa molto giovane. Il Brera, nel 2001/2002, arrivò terzo nel campionato di Eccellenza e vinse un sostanzioso premio (6197 euro) per essere stata la squadra lombarda più giovane di tutti i gironi di Eccellenza. Nella foto, il nostro presidente riceve l’assegno dall’allora Presidente della FIGC, Franco Carraro.

Leave a Reply